Home page Planetmountain.com
Barre des Écrins, Dôme de Neige
Fotografia di ViviDolomiti Edizioni
Allalinhorn
Fotografia di ViviDolomiti Edizioni
Dent d'Hérens
Fotografia di ViviDolomiti Edizioni
Scialpinismo e Sci Ripido, i 4000 delle Alpi. 61 cime con gli sci oltre quota quattromila. Di Francesco Vascellari e Loris de Barba, ViviDolomiti Edizioni
Fotografia di ViviDolomiti Edizioni
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Scialpinismo e Sci Ripido, i 4000 delle Alpi

Francesco Vascellari e Loris de Barba presentano il libro 'Scialpinismo e Sci Ripido, i 4000 delle Alpi', una guida dedicata alle montagne di 4000 metri nella Alpi. Quattro itinerari presentati su planetmountain.com: Barre des Écrins, Pizzo Bernina, Allalinhorn e Dent d'Hérens.

27 anni dopo l'ormai introvabile "Scialpinismo Quota quattromila" esce per ViviDolomiti Edizioni il volume "Scialpinismo e Sci Ripido, i 4000 delle Alpi", un libro dedicato ai 4000 in veste invernale e una raccolta degli itinerari normali a 61 cime oltre quota quattromila, per un totale di circa 140 itinerari.

Le discese classiche, lo sci ripido, le fotografie di questi luoghi di incontrastata bellezza. Con documenti e immagini degli sciatori di ieri e di oggi, come per esempio Stefano De Benedetti, Heini Holzer, Jeremie Heitz, Luca Zattoni, Luca Pandolfi, Luca Rolli, Dave Searle, Francesco Tremolada, Diego Fiorito, Giacomino Loghi, Gilles Sierro, ecc.

Affianco agli itinerari classici, con le loro molteplici possibilità di accesso, trovano uno spazio nella pubblicazione numerose discese ripide (e alcune estreme) poco pubblicate ma conosciutissime: la parete Est del Weisshorn, il canalone Gervasutti al Mont Blanc du Tucul, il Colouir Whymper, la parete Est del Cervino, e le pareti Nord di Lyskamm, Gran Paradiso e molte altre cime.

"L’aria ai 4000 ha un sapore particolare, ma bisogna guadagnarsela...." così scriveva il grande alpinista marsigliese Gaston Rebuffat. Ed effettivamente la costante sembra essere questa, in un ambiente dove quasi nessuna cima è veramente semplice e dove le vette sopra i 4000 metri possono, in alcuni casi, rappresentare delle sfide alpinistiche, e a maggior ragione sciistiche, di primo livello.

di Francesco Vascellari e Loris de Barba

Barre des Écrins 4101m e Dôme de Neige 4015m - VAI ALLA SCHEDA
Punto culminante del Delfinato, questa bella piramide posata su un bastione di ghiaccio, è una delle mete più ambite del massiccio. Ha un aspetto davvero imponente e una linea inconfondibile. A fianco il Dôme de Neige è la spalla più elevata e facilmente raggiungibile con gli sci, qui la maggior parte degli scialpinisti si ferma. Questa salita garantisce un’esperienza di grande soddisfazione in un ambiente assolutamente grandioso e non addomesticato dagli impianti di risalita.

Allalinhorn - 4027m - VAI ALLA SCHEDA
L’Allalinhorn è il 4000 più frequentato della zona grazie anche agli impianti di risalita che permettono di fare l’escursione in giornata ma al contempo alterano lo spettacolo offerto dall’ambiente. E’ indicato ai neofiti che vogliono cimentarsi con l’alta montagna. Presenta difficoltà modeste e, vista la numerosa affluenza, il tracciato è sempre ben pistato e generalmente privo di pericoli.

Pizzo Bernina - 4049m - VAI ALLA SCHEDA

Il Bernina è il Quattromila più distante, ad oriente, dall’arco delle Alpi occidentali:data la sua conformazione, si fa ingresso in un vero e proprio massiccio dotato di lunghe creste che si protendono fino ai Palù, al Piz Roseg, multiformi spunti per salite alpinistiche. La percorrenza scialpinistica invece è confinata alla via normale per il rifugio Marco e Rosa, raggiungibile con lunghi sviluppi, talvolta anche un po’ tecnici, dall’Italia o dalla Svizzera. Le altre possibilità con gli sci appartengono al mondo del ripido, sviluppato su questo massiccio da Giancarlo Lenatti “Bianco” e dalle sue discese.

Dent d'Hérens - 4179m - VAI ALLA SCHEDA
La Dent d’Hérens è una montagna delle Alpi Pennine situata ad Ovest del Cervino ma molto meno famosa e così relegata a causa della sua vicinanza alla “Gran Becca”. La montagna disegna una piramide molto elegante dalle forme armoniose, solcata da un itinerario di grande soddisfazione. La parte finale è alpinistica e si svolge su un ripido pendio spesso ghiacciato con affioramenti rocciosi da percorrere con attenzione. L’ultimo tratto di cresta è molto aereo con una vista spettacolare sulla parete Ovest della Gran Becca e sui numerosi 4000 del Vallese.

GLI AUTORI
Gli autori, bellunesi e dolomitici, sono già protagonisti di alcune pubblicazioni sulle Dolomiti e negli anni hanno attraversato la pianura padana numerose volte per visitare le discese classiche e ripide di queste zone, giungendo solo dopo molto tempo ad una conoscenza di queste montagne. L'approccio "da esterni” ha comportato alcune difficoltà, incontrate negli anni, specie di lettura a distanza delle condizioni: si sono manifestate anche in coincidenza di alcuni tentativi di apertura o di ripetizione di itinerari ripidi. Il terreno, ci confessano gli autori, lascia insolute ancora alcune importanti linee di sci estremo ma le condizioni sono estremamente rare: è probabile comunque che nei prossimi anni si possa assistere ad un ulteriore incremento dell’attività fra queste montagne.

INDICE (Scialpinismo classico e Sci Ripido-Estremo)

1.1 Barre des Ecrins e Dome de Neige da Prè de Madame Carle
3.1 Gran Paradiso dal Rif. Vittorio Emanuele
3.2 Gran Paradiso dal Rif. Chabod
3.3 Gran Paradiso, Parete Nord
3.4 Gran Paradiso, Parete Est
4.1 Monte Bianco, Via Grand Mulets
4.2 Monte Bianco, Via dei Tre Monti
4.3 Monte Bianco, Parete Nord
4.4 Monte Bianco, dal Rif. Gonella
4.5 Monte Bianco, Couloir Saudan
4.6 Monte Bianco, Via Major
4.7 Monte Bianco, Sentinella Rossa
4.8 Monte Bianco, parete Ovest
5.1 Epaule de la Brenva, Via Tardivel
6.1 Mont Blanc du Tacul,Via dei Tre Monti
6.2 Mont Blanc du Tacul, Canalone Jager
6.3 Mont Blanc du Tacul, Canalone Gervasutti
6.4 Mont Blanc du Tacul, Couloir Diable
8.1 Dome du Gouter, Voie Royale/Costone Nord
10.1 Aiguille Verte, Colouir Whymper
10.2 Aiguille Verte, Colouir Couturier
12.1 Aiguille Blanche de Peuterey,Parete Est
12.2 Aiguille Blanche de Peuterey, Parete Nord
14.1 Combin de Grafeneire, Valsorey, Tsessette, Aiguille de Croissant dalla Cabane de Panossière
14.2 Combin de Grafeneire, Valsorey, Tsessette, Aiguille de Croissant dalla Cabane de Valsorey
14.3 Gran Combin, Parete Sud
18.1 Dent d'Hérens dal Rif. Aosta
19.1 Cervino, Parete Est
20.1 Dent Blanche, Cresta Wandflue Sud
21.1 Bishorn dalla Cabane de Tracuit
21.2 Bischorn dalla Turtmannhutte
21.3 Bischorn, Punta Burnaby parete Est
22.1 Weisshorn, Parete Est
23.1 L'Epaule dalla Cabane du Mountet
23.2 L'Epaule dalla Cabane d'Arpitettaz
23.3 L'Epaule, direttissima Nord-Ovest
24.1 Breithorn Orientale, Centrale, Occidentale dalla Testa Grigia
24.2 Breithorn Orientale, Centrale, Occidentale dal Rif. Mezzalama
24.3 Breithorn Orientale, Via Triftjigrat
27.1 Polluce e Roccia Nera dalla Testa Grigia
29.1 Castore dal Rif. Mezzalama
30.1 Lyskamm Occidentale dal Rif. Quintino Sella
31.1 Lyskamm Orientale dal Rif. Gnifetti
31.2 Lyskamm Orientale, Parete Nord, Nord-Est, via Neruda
31.3 Lyskamm Orientale, Cresta "Mangiauomini" canale Sud
31.4 Lyskamm Orientale, Parete Sud
31.5 Lyskamm Orientale, Parete Sud-Ovest
32.1 Naso del Lyskamm, Canale Sud
33.1 Colle della Fronte, Pendio Est
34.1 Punta Giordani da Indren
34.2 Punta Giordani, Canale del Soldato
34.3 Punta Giordani, Canale Occidentale
34.4 Punta Giordani, Diretta Canale Occidentale
34.5 Punta Giordani, Parete Nord
35.1 Piramide Vincent, Balmenhorn, Corno Nero dal Rif. Gnifetti
35.2 Piramide Vincent, Parete Sud-Ovest, Canale centrale
35.3 Piramide Vincent, Parete Sud-Ovest, Canale sinistro
35.4 Piramide Vincent, Parete Ovest, Canale sinistro
35.5 Piramide Vincent, Parete Nord-Est
38.1 Punta Parrot, Ludwigshohe, Colle Ippolita dal Rif. Gnifetti
38.2 Punta Parrot, Via Cavanna-Gabbio
40.1 Colle Ippolita versante Sud-Est
41.1 Punta Gnifetti da Capanna Gnifetti
41.2 Punta Gnifetti dalla Monte Rosahutte
43.1 Colle Gnifetti, Canalone Marinelli
44.1 Colle Sesia, Canalone Est
45.1 Punta Dufour dalla Monte Rosahutte
45.2 Punta Dufour, Parete Sud
46.1 Punta Norden dalla Monte Rosahutte
47.1 Strahlhorn dalla Britanniahutte
48.1 Rimpfischorn dalla Britanniahutte
49.1 Allalinhorn dalla Langfluehutte
49.2 Allalinhorn, Parete Nord
50.1 Alphubel dalla Langfluehutte
50.2 Alphubel dallaTaschhutte
51.1 Dom de Mischabel dalla Domhutte
52.1 Nadelhorn dalla Bordierhutte
53.1 Weissmies dalla Berghutte Hohsaas
53.2 Weissmies da Saas Almagell
54.1 Aletschhorn dal Biv. Mittelaletsch
54.2 Aletschhorn dalla Oberaletschhutte
55.1 Jungfrau dallo Jungfraujoch
56.1 Monch dallo Jungfraujoch
57.1 Finseraarhorn dalla Finseraarhornhutte
58.1 Gross e Hinter Fiescherhorn dalla Konkordiahutte
58.2 Gross e Hinter Fiescherhorn dalla Monchjochhutte
60.1 Gross Grunhorn dalla Konkordiahutte
61.1 Bernina dalla Val Malenco
61.2 Bernina da Diavolezza
61.3 Bernina, diretta Sud

Condividi questo articolo

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni
  • Vento di passioni
    Leggo solo ora: ripetuta da C. Migliorini ed A.Tocchini il 2 ...
    2016-02-11 / stefano michelazzi